Emulsionabili senza biocidi, Revolub: un anno di conferme

I primi emulsionabili senza biocidi, ovvero i nostri prodotti REVO, sono stati immessi sul mercato un anno fa.

La realizzazione di questi prodotti è stato un traguardo ambizioso colto con una discreta dose di scetticismo anche da chi era nel settore. 

L’idea di combattere i microorganismi dannosi senza utilizzare molecole pericolose come i biocidi era ed è tuttora affascinante.

Abbiamo creduto fortemente che fosse realizzabile immaginando che si sarebbe trasformata in un’imperdibile occasione: essere i primi a utilizzare e raccontare questa tecnologia evoluta, innovativa, sicura. 

Era necessario piantare il seme nella testa dell’utilizzatore affinchè questa importante svolta nel mondo dei lubrorefrigeranti potesse diventare il nuovo obiettivo di sviluppo tecnologico. 

Abbiamo ascoltato con piacere i vostri commenti positivi e l’interesse che ci avete dimostrato è stato un motore importante per la svolta. Ad ogni vostra risposta “Bella idea”, “interessante”, “si può provare”, la nostra convinzione cresceva e così il desiderio di raggiungere l’obiettivo.

Abbiamo fatto i primi test, tremato di fronte ai primi risultati pur provando a non darne l’impressione, sempre con il sorriso in volto nonostante i nervi tesi, poiché credevamo in questo entusiasmante progetto. Poi abbiamo scoperto insieme che era vero, si poteva, si può cambiare.

Quell’idea, quel seme, è cresciuto e oggi sono già più di 200 i clienti che acquistano i prodotti della linea REVO e ne sono entusiasti.

Rischio microbiologico e rischio chimico

Abbiamo vissuto una delle estati più calde della storia e risultato eccezionale: non è stato registrato nessun caso di puzza sulle emulsioni. Questa è la dimostrazione che i nostri prodotti REVO, emulsionabili senza biocidi, funzionano. 

Al 5% in vasca, di batteri non ce ne sono e con i nostri emulsionabili senza biocidi riusciamo ad eliminare sia il rischio microbiologico, sia il rischio chimico.

Il rischio microbiologico implica che i soggetti che operano vicino alle macchine utensili possano respirare o entrare in contatto con nebbie contaminate da batteri. Il rischio chimico deriva dalla presenza di battericidi nelle emulsioni.

Da sempre, questi due rischi sono considerati antitetici per cui bisogna necessariamente scegliere tra uno o l’altro.  La normativa a tal proposito sta per cambiare e già da maggio 2020 sarà molto più difficile assumersi la responsabilità di questa difficile scelta.

La creazione di solubili senza biocidi o con una loro ridottissima presenza diventerà quindi un obiettivo non più procrastinabile per la maggior parte delle aziende chimiche del nostro settore, ma noi, un passo avanti, vigileremo.

Normativa biocidi

Il Regolamento UE sui biocidi n. 528/2012 che ha sostituito l’ormai obsoleta Direttiva Biocidi 98/8/CE regolamenta l’immissione sul mercato e l’uso di biocidi con lo scopo di armonizzare le normative comunitarie garantendo una maggiore tutela della salute umana, animale e ambientale.

I più importanti risultati raggiunti da questa normativa sono stati la creazione di un elenco di principi attivi utilizzabili nei biocidi e la definizione di un rigido processo di autorizzazione per l’immissione sul mercato di questi prodotti. Purtroppo, però, resta la necessità di una scelta tra rischio microbiologico e chimico.

Da maggio 2020, tale scelta sarà ancora più complicata perchè gli unici biocidi autorizzati e utilizzabili nei prodotti emulsionabili sono isotiazolinoni i cui  limiti di impiego scenderanno di 1/10 rispetto ai limiti attuali. In caso contrario, i prodotti si dovranno classificare come sensibilizzanti. 

Questo significa che da maggio 2020 moltissimi prodotti dovranno necessariamente essere classificati come biocidi ma questo non accadrà ai prodotti Revo. Con grande piacere misto a un pizzico di fierezza, possiamo infatti rimarcare la nostra visione a lungo termine e il nostro esserci adeguati alla normativa in anticipo su tutti gli altri.

Isotiazolinoni e dermatiti allergiche

Il metilisotiazolinone denominato anche MIT, il clorometilisotiazolinone denominato CIT, il benzoisotiazolinone denominato BIT, sono biocidi utilizzati in una vasta gamma di prodotti industriali e, addirittura, in ambito cosmetico.

La miscela MIT/CIT è un potente allergene e negli anni ‘80 è stato responsabile di una vera e propria epidemia di dermatite allergica da contatto dovuta all’utilizzo dei più svariati prodotti che lo contenevano.

Gli isotiazolinoni possono, infatti, provocare una sensibilizzazione della pelle con cui entra in contatto e provocare irritazione, vesciche, prurito e desquamazione.

I prodotti Revolub si distinguono sul mercato per l’assenza nella loro formulazione di isotiazolinoni di qualsiasi tipo, sottolineando così ancora, l’impegno di EQ nel proporre prodotti sicuri che non solo rispettano la normativa vigente ma, addirittura, ne anticipano gli sviluppi.

Scoprite alcuni prodotti della linea Revolub:

Fluidi da taglio

REVOSYNT: sintetico, multimetallo, SENZA BIOCIDA

REVOLUB M: minerale, multimetallo, SENZA BIOCIDA

REVOLUB S: semisintetico, multimetallo, SENZA BIOCIDA

REVOLUB S/EP: semisintetico EP, multimetallo, SENZA BIOCIDA

Conservanti e additivi per acqua

REVOLCLEAN, Deterge, emulsiona, deodora

REVOGUARD,  protegge, stabilizza, controlla

Scoprite gli Immancabili selezionati per voi:

Oleometro

Bob in one: maxi rotolo in pura cellulosa

Guanti nitrile hi Weigh: guanti monouso in gomma nitrilica alto spessore

Absorbent: assorbente granulare fine

Contattaci per qualsiasi informazione sui prodotti chimici su misura

 

Eq Srl

© Copyright Eq srl 2014 · Tutti i diritti riservati. Registrato in Italia
P.IVA: 03127810137 | REA: CO-297474 | C.SOCIALE VERSATO: 10000,00€